Sara Vielmi

Diocesi: 
Reggio Emilia - Guastalla
Data di nascita: 
Lunedì, 20 Gennaio, 1992
Professione: 
Studentessa
Esperienze associative: 

Nata a Vicenza da mamma veneta e papà lombardo, ho vissuto per quindici anni in un piccolo paese di provincia, ma sotto la diocesi di Padova. Nel 2007 mi sono trasferita per lavoro paterno in Emilia - Romagna e ora abito insieme alla mia famiglia a Guastalla, cittadina in provincia di Reggio Emilia. Dopo la maturità linguistica a Parma, ho continuato gli studi presso l'Università degli studi di Parma con la laurea in Scienze dell'educazione con una tesi su "La Scuola del gratuito", un progetto dell'Associazione Papa Giovanni XXIII. Fidanzata con Francesco, sto per terminare la laurea magistrale in Scienze pedagogiche presso l'Università degli studi di Modena e Reggio Emilia con una tesi su "La partecipazione dei bambini e delle bambine nello spazio pubblico".

Oltre alla passione per il mondo dell'educazione, in particolare per le due "età d'oro dello sviluppo" 0-3 anni e adolescenza, sono appassionata di danza, musica e arte, soprattutto nelle loro forme più creative e multiculturali. Danzatrice dall'età di 8 anni, faccio parte ora di Altrarte, compagnia di danzatori abili e diversamente abili con sede a Novellara (RE). Mi piace vivere e fare attività all'aperto convinta che dobbiamo riscoprire ed esplorare gli spazi che abitiamo e il contatto con la natura. E poi...beh mi piacciono le novità!

In Ac dall'età di 6 anni, come "ACRina" ho sempre partecipato con gioia insieme ai miei educatori all'animazione in parrocchia, ma soprattutto alle feste vicariali e diocesane che erano per me occasioni di nuove amicizie e crescita nella fede. Con il trasferimento a Reggio Emilia, non ho incontrato subito l'AC diocesana (nella mia parrocchia non esisteva un gruppo di AC), ma ho continuato a mantenere il legame con la diocesi di Padova, partecipando come "Giovanissimo" ai campi scuola estivi, dove ho conosciuto il MSAC. Nel frattempo mi sono inserita nella parrocchia di Guastalla dove ho iniziato a scoprire la realtà dell'Oratorio, fino ad allora a me sconosciuta, e ad animare le attività estive insieme al gruppo giovani. Ho lavorato per un progetto di doposcuola promosso dalla Caritas di Reggio Emilia, destinato ad accompagnare l'integrazione di bambini e ragazzi di diverse culture nel mondo della scuola e nella società civile, attraverso il gioco e l'insegnamento della lingua italiana.

Dall'estate 2014, dopo un cammino a piedi alla scoperta del territorio reggiano, organizzato dalla Pastorale Giovanile diocesana, ho conosciuto Don Francesco Avanzi e l'AC diocesana, e sono stata chiamata al servizio di Vice Giovani nel triennio 2014-2017.

In questo triennio, come vice giovani, ho partecipato a un Campo Nazionale, grazie al quale sono nate tante belle amicizie; con l'equipe diocesana abbiamo contribuito con alcuni commenti al Vangelo ai sussidi di Avvento e Quaresima per i giovanissimi; e quest'anno ho partecipato alla Commissione testi per pensare insieme alla prossima guida nazionale giovanissimi.

Insieme agli altri membri dell'equipe ACG, abbiamo deciso di riscoprire il territorio diocesano, incontrando le parrocchie e collaborando con gli Uffici diocesani, in particolare con: la Pastorale sociale, la Pastorale Giovanile, Vocazionale e il nuovo Ufficio di Pastorale Scolastica che ha permesso l'inizio di un percorso di discernimento per i giovani sulla scelta universitaria.

L'AC per me è stata ed è una "palestra" di relazioni! In cui impari la "danza" del servizio, della responsabilità, dell'impegno e...della passione! Un cammino che si intreccia e sostiene la vita di tutti i giorni, che mi ha insegnato e mi sta insegnando a vivere da cristiana nel mondo e con il mondo.